La Cattedrale di Sorrento accoglie la Festa di Cristo Re

Si presenta gremita di fedeli la Cattedrale di Sorrento, sabato 23 novembre 2019, per la Celebrazione nei Primi Vespri di Cristo Re dell’Universo. Ancora una volta la comunità diocesana ha risposto positivamente all’invito del suo pastore Mons. Francesco Alfano. La Celebrazione Eucaristica ha dato inizio al nuovo anno liturgico-pastorale, in un clima di gioia e festa; la funzione è stata accompagnata da un silenzio di profondo ascolto e preghiera.

Solenne la processione d’ingresso dei sacerdoti, circa una sessantina, che hanno raggiunto con passo lento l’altare. Tutto ha avuto inizio con il canto dell’Alleluia e le parole incoraggianti del nostro pastore. Mons. Alfano ci ha ricordato quanto il Signore sia onnipresente nelle vostre vite, quanto sia capace di andare oltre le nostre attese, i nostri schemi ed i nostri confini. Ci ha invitato a rispondere in modo corale a quell’invito che potrebbe risuonare come uno slogan, ma non lo è: Voi restate in città! Ma in che modo possiamo vivere nel giusto la città, come possiamo farla nostra? Queste le domande che corrono nella mente di ognuno di noi.

“Occorre umiltà ed entusiasmo per essere in grado di accogliere i segni del tempo e rileggerli con grande speranza. È così che ci presentiamo alla conclusione di questo nuovo anno liturgico pastorale, con lo sguardo rivolto ed alzato verso il crocifisso. Prego con voi tutti il Signore, ci aiuti ad andare incontro a ogni uomo e a ogni donna con la certezza sempre più forte che Dio non fa preferenza di persone.

Subito dopo l’omelia, don Nicola Del Gaudio, ha letto il Decreto di Indizione per la Visita Pastorale che la nostra Chiesa diocesana vivrà a partire dalla Quaresima. “Vorremmo -afferma mons. Alfano- che fosse un segno forte della Visita del Signore che, attraverso la mia povera persona, viene a bussare alle porte di ogni comunità per ravvivarne la fede, alimentarne la speranza, accrescerne la carità”.

Intensa e gioiosa è stata la presentazione dei nuovi membri del Consiglio Pastorale diocesano che, disposti in forma circolare, hanno atteso il passaggio del Vescovo. Mons. Alfano, ha acceso ad ognuno di loro una candela, affinché quella luce possa guidarli lungo il cammino. A loro il compito di unificare la vita delle comunità alla vita diocesana. Quest’anno le comunità sono invitate a curare l’integrazione tra i Luoghi e le Azioni: bisogna che le Azioni siano calate nei Luoghi e i Luoghi siano illuminati dalle Azioni, altrimenti si corre il rischio di fare solo del mero attivismo.
Si è cristiani, quando il “fare” risponde ai verbi: accogliere, partecipare, condividere.

Al termine della celebrazione eucaristica sono state consegnato i Sussidi Pastorali per l’anno 2019-2020 ai rappresentanti delle parrocchie.

di Clelia Esposito