La diocesi in festa: migliaia di persone abbracciano i nove nuovi presbiteri

Una folla di gente, una concattedrale con migliaia e migliaia di persone pronte a gioire e far festa per i nove nuovi presbiteri dell’Arcidiocesi Sorrento – Castellammare di Stabia. Michele Afeltra, Alfonso Benfatto, Filippo Capaldo, Christian Cicirelli, Antonio D’Urso, Michele Inserra, Enzo Meglio, Gianluigi Persico e Vincenzo Vitiello, hanno detto il loro sì. Si sono chinati alla chiamata del Signore e durante la celebrazione, emozionati tra sorrisi e lacrime, hanno ricevuto il rito. Un rito pieno di momenti significativi e simbolici che permettono di capire quanto sia importante la presenza di un pastore all’interno di una comunità e quanto lui sia pronta a lasciare sé stesso per dedicarsi completamente al prossimo.
 
“Carissimi, apritevi al dono – le parole di Mons. Alfano durante l’omelia – Vi siete preparati per questo, apritevi al dono che da questa sera riempirà il vostro cuore, la vostra mente, la vostra vita. Non appartenete più a voi stessi, questa è la condizione di ogni cristiano. Aiutate la comunità a scoprire la bellezza dell’essere completamente di Cristo. Per fare ciò non basteranno le parole, nemmeno le nostre belle e geniali iniziative ma la testimonianza forte e concreta della vostra vita. Non siete stati chiamati se non solo per stare con il Signore e potrete amare il Signore solo lasciandovi completamente raggiungere, come stasera, dalla gente che ha fame di Dio”.
 
I futuri presbiteri vengono così eletti dal vescovo e presentati all’assemblea rendendo grazie a Dio per i cuori dei nove giovani. Pronti a prostrarsi a terra in segno di umiltà e di consegna totale della propria vita a Dio, la chiesa prega per loro affinché lo Spirito Santo scenda e dia loro la forza di affrontare il cammino in veste di pastore. Quella veste che dopo pochi minuti hanno toccato con mano e l’emozione era chiara sul loro volto. Per poi vivere la conformità a Cristo con l’unzione con il Sacro Crisma nel palmo delle mani. 
 
Ecco gli istanti che hanno fatto sì che la gioia dei giovani presbiteri e dei tanti fratelli presenti, si facesse sempre più viva. Una diocesi in festa per i nove nuovi pastori, pronti a condurre una comunità e dedicarsi completamente ad essa testimoniando la propria vita da figlio di Dio.