Papa Francesco apre l’assemblea CEI esponendo pensieri e preoccupazioni

L’incontro con Papa Francesco ha inaugurato l’Assemblea Cei, aprendo subito prospettive ampie e concrete per il cammino delle Chiese che sono in Italia.
Il Papa ha voluto condividere tre preoccupazioni con l’Episcopato italiano, prima di dar loro la parola. La crisi delle vocazioni, povertà evangelica e trasparenza, riduzione e accorpamento delle diocesi, ecco i tre punti che hanno dato il via all’assemblea generale CEI e intorno i quali tutti i presenti sono stati chiamati a riflettere.
Il nostro Arcivescovo Mons. Francesco Alfano, presente a Roma per i giorni dell’assemblea,ha esposto il suo pensiero:
Anche la nostra Chiesa può sentirsi interpellata per un esame di coscienza comunitario per diversi punti:
1. Riguardo alla crisi delle vocazioni, vera “emorragia”, credo che anche noi dobbiamo porci la domanda sulla mentalità individualista che di va diffondendo rapidamente e che potrebbe pian piano portarci a una situazione molto diversa da quella attuale.
2. Sulla povertà evangelica e la trasparenza stiamo insistendo da tempo, ma ora ci viene chiesto di essere ancora più coerenti e coraggiosi, per un annuncio evangelico credibile e attraente.
3. Sull’accorpamento delle piccole diocesi (questione che conosco bene a causa della mia prima missione episcopale in Alta Irpinia) il Papa propone un aiuto tra diocesi, fino a veri e propri gemellaggi con la disponibilità di preti “fidei donum”: è una richiesta che ci interpella profondamente e sulla quale occorrerà una serena e ampia riflessione.